bibliotheque schoelcher martinique

Biblioteca Schoelcher

Costruito da Henri Pick, famoso architetto del XVIII secolo. Fu costruita per l’Esposizione Universale di Parigi nel 1889, poi trasferita in barca a Fort de France. La Biblioteca Schoelcher deve il suo nome a Victor Schoelcher che ha dedicato la sua vita e i suoi scritti alla lotta contro la schiavitù.

Il 27 aprile 1848, egli stesso firmò il decreto di abolizione della schiavitù, che fu applicato con la forza solo il 22 maggio in Martinica, in seguito alla rivolta degli schiavi.

Per Victor Schoelcher, la libertà degli schiavi non ha alcun valore reale se non è priva di istruzione, la liberazione degli schiavi sarebbe stata vana, quindi per facilitare il libero accesso al sapere, nel corso della sua vita offrì alla Martinica, nel 1883, quasi 10.000 volumi della sua collezione personale, unica per la sua ricchezza; costringendo così la colonia a costruire una Biblioteca.

Era il Consiglio generale dell’epoca che si occupava della costruzione dell’edificio di fronte al sito dell’Hôtel du Petit Gouvernement, l’attuale prefettura, dove aveva vissuto Josephine de Beauharnais. La maggior parte dei libri donati da Victor Schoelcher andò distrutta nel grande incendio del 1890 che devastò la città.

Oggi, questa magnifica struttura metallica a forma di basilica multicolore sotto una luminosa cupola di vetro bizantina. La sua bella facciata colorata colpisce per i nomi di 52 personaggi letterari, filosofi e politici del XVIII e XIX secolo. Ha mantenuto il suo libero accesso all’istruzione e permette anche agli artisti locali e internazionali di farsi conoscere in occasione di mostre.

L’ingresso è gratuito.
Orari di apertura: lunedì 13h-17h30, da martedì a giovedì 8h30-17h30, venerdì 8h30-17h, sabato 8h30-12h.

http://mediatheques.collectivitedemartinique.mq

1 Rue de la liberté, Fort-de-France 97200, Martinica

https://goo.gl/maps/MK53ijUTi7uphcWw6

2020-11-28